Addio al nostro “angelo sulle punte”

0
277

LECCE (di Stefania Capone) Giovedì 18 giugno ore 16.00, ultimo atto, cala il sipario. Abbiamo rivolto l’ultimo struggente saluto alla nostra Luna, la giovanissima studentessa del Palmieri travolta da un’auto la scorsa domenica mentre rientrava in scooter nella sua abitazione. Una pizza in casa tra amici per festeggiare la promozione, il ritorno alla normalità dopo il lungo lockdown, questo era il programma, ma in pochi secondi tutto è cambiato. Le pizze su quel maledetto asfalto, come il suo esile corpicino che non ha retto all’impatto, come i suoi sogni infranti troppo presto. Lunedì mattina la terribile notizia che ha paralizzato tutti noi, ancora increduli e sgomenti. Oggi quella bara bianca ricoperta di candide rose, salutata da un applauso lungo e doloroso…una stretta al cuore che non passerà. In una piazza Duomo gremita di amici, parenti, compagni di scuola, le sue amiche ballerine nel loro tutù bianco hanno voluto salutarla così, con il linguaggio che Luna tanto amava, danzando sulle note di Tchaikovsky.

Noi lo facciamo a nostro modo, dolcissima Luna, cercando di trovare le parole nel vuoto che hai lasciato, sperando che arrivino fino a lassù, dove certamente starai già volteggiando tra le nuvole.

Non esistono morti giuste o indolori, ma certamente alcune sono più naturali di altre e portano con sé un barlume di rassegnazione. Alla tua scomparsa no, non ci si rassegna, perché è contro natura. È contro natura che ad una creatura che si è appena affacciata alla vita sia stata negata la possibilità di percorrere la propria strada, più o meno tortuosa, i primi amori, la maggiore età, le feste, la maturità. Niente più. E una rabbia mista a dolore mi assale quando penso a tutto questo e al fatto che eri a un passo dal realizzare il tuo sogno più grande, quello per cui hai lavorato duramente per anni con rigore e disciplina, il provino per entrare alla Scala.

Non ti conoscevo, piccola Luna, non eri una mia alunna, ma ricordo i tuoi occhi profondi, il tuo sorriso rassicurante, la tua grazia, l’allegria disarmante e contagiosa propria dei ragazzi della tua età ed è così che voglio ricordarti, come una splendida fanciulla di nome Luna, ma che portava il sole nella vita di chi l’ha conosciuta ed amata.

Riposa in pace dolce angelo e riempi di meraviglia il cielo con le tue piroette e i tuoi grand jete. Prof.

Non so che giorno sia questo, se domenica o altro. Ho aperto gli occhi e ho guardato il cielo, misto di nuvole e fuliggine. Una goccia è caduta sul vetro di fronte a me, come una lacrima al vento, ma forse non è arrivata dall’alto. Ho alzato lo sguardo, là, in mezzo a tanto infinito, a tanto universo, è spuntata una luce, così splendente, così ammaliante. Sta volteggiando, come se danzasse dolcemente accompagnata da una melodia di dolorosa bellezza. Quella luce cresce sempre di più, si mostra così meravigliosa e soave, è come se mi accarezzasse il viso. Non credo sia un semplice astro che cammina, probabilmente non sarei così tanto scosso dai brividi. Mostrati, mostrati sempre di più, fatti vedere perché io ti possa contemplare con tutto me stesso. Finalmente, sei arrivata. Mio Dio, sei così bella, quel volto angelico, il tuo ballo straziante, quelle scarpette così perfette che muovono i tuoi passi. Non potevo sbagliarmi, sei tu, sei unica, sei Luna. Ora ho capito, la goccia che scende sulla finestra è la mia. Mi è bastato sentirti, percepirti, per capire che non potevi che essere tu. I miei occhi non riescono a muoversi, sono immobili, come se una mano invisibile stesse bloccando le palpebre. Danzi ancora e ancora, e dietro di te tante ali stanno svolazzando gioiose, mentre tu coccoli coloro che ti ammirano. Ma come mai sei lassù, perché non balli sulla nostra stessa terra, che prima ti cullava? Hai deciso di spiccare il volo, tra pianeti e costellazioni, forse volevi raggiungere un posto felice. Allora ce l’hai fatta e sei venuta a salutarci per sempre, in un modo che solo tu potevi fare. E allora vola, piccola meraviglia, non ti preoccupare per noi, sapremo darci forza ogni volta che la nostra mente incontrerà il tuo sorriso, magari un frammento di te è ancora con noi, ne sono sicuro. Mi hai fatto piangere, non mi sono trattenuto, i tuoi occhi sono calamite per le emozioni. Aspetta, aspetta ancora un secondo, non allontanarti di nuovo, balla ancora un po’. Ora che il firmamento si è spalancato, non lo chiudere più. Rimani sospesa tra cielo e terra e abbracciaci come un manto di velluto. Stai sorridendo e stai per nasconderti, stai volando via come una fata. Luna, ti stai eclissando ma il buio non ci fa più paura ormai, il nostro cuore si è illuminato dappertutto. Ciao piccola stella, so che non ti potrò vedere ma almeno ti potrò sentire dentro di me. Le nuvole sono riapparse, va bene, torno a dormire. Chiudo gli occhi, sperando che domani tu, Luna, tornerai per danzare ancora per me, per noi.
Buonanotte, piccolo fiore di paradiso. Riccardo Miglietta

Cara Luna, purtroppo non sei più qui tra noi e questa notizia ha spezzato i cuori di tutti. Finalmente stavi per raggiungere il tuo più grande sogno, ma purtroppo la vita è stata ingiusta con te e ti ha portata via all’improvviso.
In questi giorni penso sempre a te, alla tua spensieratezza e alla magnifica persona che eri. È così triste pensare che una giovane ragazza di 15 anni non abbia potuto realizzare ciò che aveva sempre desiderato e che non abbia potuto passare più tempo con la sua famiglia e con i suoi amici divertendosi in modo sereno e gioioso. Di sicuro adesso sarai in un posto migliore dove puoi continuare a fare ciò che hai sempre amato, ovvero, danzare. Il ricordo che noi abbiamo di te è il ricordo di una ragazza solare, dolce e fantasticamente unica che ha lasciato un segno indelebile nei nostri cuori.
In questo momento nessuna parola può descrivere il dolore che proviamo nel non averti più qui, vicino a noi. Non ti dimenticheremo mai piccola Luna, sei il nostro angioletto e mi raccomando, proteggici da lassù. Il nostro non è un addio perché la tua presenza sarà sempre viva dentro di noi. Ti vogliamo bene❤️👼🏻🌙
-Carlotta-

Luna,piccola stella che ora brilla luminosa nel cielo, anche se non sei più qui con noi, niente e nessuno, ovunque tu sia, potrà impedirti di realizzare il tuo più grande sogno: un enorme palcoscenico è lì che aspetta il fragile tocco delle tue punte e ogni singolo astro nell’universo infinito è pronto ad accompagnare i tuoi movimenti dolci e soavi.
Il cielo è per te. Ogni alba, ogni tramonto saranno più colorati che mai.
Continua lassù ad essere poesia, continua a brillare come hai sempre fatto, perché mai e poi mai l’evanescenza ruberà il tuo ricordo. ❤️
-Chiara Casilli-

Ciao Luna, nonostante non ci conoscessimo, mi sei sempre sembrata una ragazza dolce e solare. Ti ringrazio perché con te ho capito quanto ogni secondo del nostro tempo possa essere prezioso e che la vita va vissuta attimo per attimo…Mi raccomando, continua a danzare come hai sempre fatto, qui hai tantissime persone che ti vogliono bene e che non ti dimenticheranno mai, sei e sarai sempre nei nostri cuori. Buon viaggio piccola stella, ti vogliamo bene. Barbara❤️

Piccola Luna, te ne sei andata così velocemente che non ci sembra neanche vero, nei nostri cuori oggi e per sempre ci saranno i tuoi occhi pieni di vita e il tuo sorriso dolce.
La vita a volte è ingiusta e ha deciso di portarti via da noi, dalla tua famiglia che ti amerà sempre, dalla tua gemellina che porterà per sempre con sè la tua bellezza.
Brillerà nel cielo la stella più bella e noi ogni sera saremo lì a guardala e sorrideremo pensando che tu, anche se lontana, sarai sempre lì, ad un passo dal nostro cuore.
Sempre bella e dolce, danzerai nel cielo e ogni stella cadente porterà il tuo nome.
Quando calerà la notte e noi alzeremo gli occhi al cielo vedremo la luna come non l’abbiamo vista mai e sorrideremo sempre, come hai fatto tu fino al tuo ultimo respiro.
Ci hai insegnato che la vita va vissuta fino in fondo proprio perché è imprevedibile, ci hai insegnato la bellezza delle piccole cose, ci hai spinto a guardare oltre e ad amare una persona, pur sapendo di lei poco e nulla…
Buon viaggio dolce angelo, non smettere mai di brillare.
Chiara💙

Cara Luna, questo episodio ha segnato ognuno di noi e il tuo ricordo resterà per sempre vivo nei nostri cuori, anche in quelli di chi come me non ti conosceva benissimo.
Splendi e continua a danzare anche da lassù, realizza il tuo sogno piccola, avevi una forza e una voglia di vivere incredibile e non meritavi tutto ciò, purtroppo la vita è ingiusta e ora la cosa che possiamo fare è andare avanti con la consapevolezza che tu ci proteggi da lassù.
Non era così che doveva andare ma sono sicura che ora sei in un posto migliore di questo. Splendi come hai sempre fatto Luna, sarai la stella più bella di tutte, ti voglio bene, farai sempre parte di noi 🌙 Giorgia

È così triste, così ingiusto che una ragazza di 15 anni che ha ancora tutta la vita davanti a sé, un grande sogno da realizzare, tanti amici con cui condividere esperienze ed emozioni, una famiglia con la quale trascorrere ogni giornata della propria vita tra sorrisi e tanto amore perda la vita in un terribile incidente in un giorno come tanti che nessuno MAI dimenticherà. Riposa in pace splendida ballerina🌙-Martina❤️

Il tuo entusiasmo e lo spirito vitale che hai sprigionato continuerà a sostenerci, nel tuo ricordo, rallegrando le nostre giornate. Non era così che doveva andare, avevi ancora tanto da raccontare piccolo angelo. Continua a realizzare il tuo sogno da lassù, proteggici sotto le tue splendidi ali. Ogni volta che alzeremo gli occhi e vedremo una stella brillare, capiremo subito che sei tu Luna, la stella più bella. Ti voglio tanto bene
🌙❤️
-Anastasia-

Dolce Luna, non ti conoscevo, ma quello che è successo mi ha segnato profondamente, perché come me avevi sicuramente molti sogni, ambizioni e desideri, che però non potrai realizzare. L’impegno che voglio prendere è di perseguire con tenacia quei sogni e desideri anche un po’ per te. Noi tutti ti terremo sempre nei nostri cuori, con il tuo sorriso allegro e spensierato. So che per i tuoi cari non ci potrà essere consolazione, ma spero che l’affetto che ognuno di noi può dare possa essere per loro un po’ d’aiuto. Vola in alto, piccola Luna; qui noi possiamo solo andare avanti, ma lo faremo con coraggio, poiché abbiamo la consapevolezza che sarai sempre al nostro fianco.
-Riccardo P.-

Luna, una piccola ballerina con chissà quanti sogni nella sua vita ancora da realizzare, anche piccolissime cose, cose che una ragazza a questa età dà per scontato.
Ora Luna é un angelo, ci guarda dall’alto e sono sicura che non vuole vedere nessuno di noi crollare, ma al contrario ci vuole forti e vuole vederci ricominciare a fare quello che fino a ieri facevamo, ma mille volte meglio.
Per tutte le ballerine/i: da ora in poi ballate per Luna, la danza è fatta per questo no? Da ora in poi sul palco non sarete soli, ma quando ballerete sarete in due…perché Luna ci sarà sempre, nei nostri cuori❤️🌙
-Anna Sofia-

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here