Campionati studenteschi di corsa campestre

0
670

LECCE (di Letizia e Lucrezia Prete) Anche quest’anno il nostro Liceo classico e musicale G Palmieri si è iscritto ai Campionati Studenteschi, organizzati dal MIUR in collaborazione con Sport e Salute SpA, con il Comitato Italiano Paralimpico (CIP), con le Federazioni Sportive Nazionali (FSN) e le Discipline Sportive Associate (DSA) riconosciute dal CONI, con le Federazioni Sportive e Discipline Sportive riconosciute dal CIP, con le Regioni e gli Enti locali. La partecipazione è riservata ad alunni e studenti delle istituzioni scolastiche regolarmente iscritti e frequentanti.

I Campionati Studenteschi trovano la naturale collocazione nell’ambito delle attività di avviamento alla pratica sportiva, svolte dai docenti di Scienze motorie e sono suddivisi per tipologia di attività e livello di accesso. La Corsa campestre include allievi di due categorie:

-Categoria Allievi: m/f: nati/e negli anni 2003 – 2004 – 2005 (2006 nei casi di studenti/esse in anticipo scolastico e anche 2002 nel caso di alunni con disabilità)

-Categoria Juniores m/f: nati/e negli anni 2001/2002 (anche 2000 nel caso di alunni con disabilità)

E’ previsto il completamento delle attività attraverso diverse fasi: Istituto, Provinciali, Regionali e Nazionali.

La prima fase, quella d’Istituto, si è svolta venerdì 17 gennaio, alle ore 8.30, nel Parco di Belloluogo a Lecce. La gara ha visto protagonisti diversi studenti impegnati in 1/3 giri su fondo sterrato con un percorso di 1,3-3 km in base a determinati canoni, quali l’età e il genere.

Hanno coordinato il tutto le professoresse Persano Serenella, La Penna Annunziata, Calignano Patrizia, Landolfo Alessandra, Leopizzi Mariangela, docenti di Scienze motorie. I giovani vincitori delle varie categorie (primi due/tre classificati di ogni categoria), dopo le premiazioni individuali con coccarde e calamite realizzate dalla professoressa La Penna Annunziata, hanno acquisto il diritto a prendere parte alle finali provinciali dei campionati studenteschi di corsa campestre che si terranno il 18 febbraio a Porto Selvaggio. Questi i risultati delle gare:

Categoria Allievi – Percorso di 2,6 Km

1^ class. Gabriele Lombardo

2^ class. Edoardo Carlá

3^ class. Nicolay Marra

4^class. Francesco Faggiano

Categoria Allieve- Percorso di 1,3 Km

1^ class. Maya Passaseo

2^ class. Caterina Piccino

3^ class. Caterina Serrano

4^ class. Martina Caione

Categoria Juniores maschi -Percorso di 3 Km

1^ class. Giorgio Stefanelli

2^ class. Giuseppe Bendicente

3^ class. Paolo Fumarola

4^ class. Moreno Giannaccari

Categoria Juniores femmine-Percorso di 2,6 Km

1^ class. Lucrezia Prete

2^ class. Letizia Prete

Al di là del risultato finale, tuttavia, l’importante è mettere a dura prova non solo le capacità fisiche, ma anche la forza di volontà e l’impegno a superare i propri limiti, poiché la corsa è una disciplina dell’atletica leggera e la parola atletica deriva etimologicamente dal latino athlēta e dal greco αθλητής (athletès) da άθλος (àthlos) e il suo significato corrisponde a impresa e prodezza. E’ un movimento che al pari degli altri linguaggi, concorre al processo di maturazione dell’autonomia personale e si integra con gli obiettivi da perseguire per lo sviluppo più completo ed equilibrato della personalità. Pertanto, l’insegnamento delle scienze motorie, nella scuola secondaria superiore, concorre alla formazione degli alunni e mira al completamento della strutturazione della persona e della definizione della personalità per un consapevole inserimento nella società. I docenti di scienze motorie, infatti, promuovono nei ragazzi una cultura sportiva fatta di curiosità verso il mondo e di lealtà verso i valori di una sana competizione, ricordando loro che lo sport è prima di tutto una forma di aggregazione sociale. Giovenale già nel I secolo d.C. aveva affermato:“mens sana in corpore sano” in quanto mente e corpo sono due mondi in continua influenza reciproca.