Quando l’amore supera ogni ostacolo

0
547

LECCE (di Sofia Martella) – Non occorre tornare indietro di molti secoli per assistere a gesti d’amore straordinari ed emozionanti. Nonostante sia vero che soprattutto in passato si andava persino incontro alla morte per la propria anima gemella, a volte questo romanticismo si ripresenta anche in una società moderna come la nostra.

È successo a Piacenza, nel cortile dell’ospedale Castello della città, dove , alpino di 81 anni, ha suonato una dolce serenata per la sua Carla, malata di covid-19.

Non potendo risiedere a fianco della moglie in un momento così difficile, la sua è stata una scelta molto decisa: è tornato a casa, dopo il divieto di sostare nella stanza con la moglie, ha preso il suo cappello da alpino, uno sgabello, la fisarmonica ed è ritornato in ospedale. “Posso suonarle giusto due o tre canzoni per renderla felice?”. Questa è stata la richiesta del signor Bozzini, alla quale il personale medico non ha potuto dire di no.

Carla, al suono della fisarmonica dell’amato marito, si è affacciata dalla finestra della sua stanza e ha ascoltato con felicità e soavità l’esibizione del suo amato.

Al fine di questa l’uomo è stato accolto da un caloroso abbraccio e lui ha risposto facendo volare un bacio verso sua moglie.

La scena è stata ripresa dal figlio della coppia, Maurizio, che ha permesso ha tutti noi di ammirare e condividere una così grande manifestazione d’amore.

“Quos amor verus tenuit, tenebit.”

Il vero amore non smetterà mai di legare coloro che ha legato una volta. (Lucio Anneo Seneca)