I MANESKIN VINCONO SANREMO 2021: LA LORO STORIA

0
116

LECCE (di Martina Caione) Anche quest’anno, come dal 1951, ha avuto luogo a Sanremo il Festival della Canzone Italiana; nonostante le difficoltà dovute alla pandemia, il tutto si è svolto in maniera regolare, unica eccezione l’assenza di pubblico. I cantanti si sono esibiti sul palco del teatro Ariston presentando i loro brani inediti, che sono stati apprezzati, commentati e talvolta criticati dal pubblico. I Maneskin sono i vincitori di Sanremo 2021 con il loro brano rock “Zitti e buoni”; sul podio insieme a loro Fedez e Francesca Michielin con “Chiamami per nome” al secondo posto, al terzo Ermal Meta con “Un milione di cose da dirti”.

La vittoria del gruppo ha stupito il pubblico, abituato a brani più tradizionali, ma la storia dei quattro ragazzi vincitori è altrettanto sorprendente. La band è composta da Damiano David, la voce, Thomas Raggi, chitarrista, Victoria De Angelis, bassista, ed Ethan Torchio, batterista.

La loro carriera ha inizio per strada, a Roma, nel 2016; un anno prima, nel novembre 2015, il gruppo si forma grazie ad una collaborazione tra il cantante e la bassista, alla quale poi si aggiungeranno gli altri due componenti. Il loro nome, Maneskin, ha origine da una parola danese, lingua madre di Victoria, e significa “chiaro di Luna”. Dotati di una modesta fama per aver preso parte a piccoli concerti, i quattro ragazzi giovanissimi, nel 2017, partecipano all’undicesima edizione di X-Factor, noto programma televisivo. Fin dalle audizioni il gruppo è riuscito a conquistare facilmente il pubblico grazie al loro inedito Chosen, oggi doppio disco di platino. Inoltre, si sono classificati al secondo posto nella competizione del programma grazie al supporto del loro mentore Manuel Agnelli, con il quale si sono esibiti durante la serata cover a Sanremo. Dopo di che saranno ospiti di numerose trasmissioni televisive come “E poi c’è Cattelan”, “Ossigeno” e “Saturday Night Live”.

 

 

 

 

 

 

Nel frattempo uscirà anche il loro secondo singolo “Morirò da re”, anch’esso doppio disco di platino; il loro successo più grande sarà  però “Torna a casa”, brano che riscuoterà così tanto successo da essere certificato quintuplo disco di platino. In seguito all’album “Il ballo della vita” faranno la loro prima tournée europea, riscuotendo ancora grande successo. La loro recente vittoria a Sanremo è stato uno dei loro traguardi più ambiti e allo stesso tempo gratificanti.

Ciò che ha colpito maggiormente il pubblico sono state le lacrime del frontman, Damiano, dovute ad un’immensa gioia, come egli stesso ha dichiarato il giorno successivo. La band si ritiene orgogliosa del proprio percorso e allo stesso tempo sorpresa di essere riuscita a prendere parte al Festival di Sanremo dopo soli 4 anni di attività. La sorpresa maggiore, però, è stata l’immediata risposta positiva del pubblico ad un pezzo giudicato da molti anticonvenzionale; Damiano infatti afferma con la voce spezzata dall’emozione di “aver cambiato le regole”.

I Maneskin, come hanno annunciato in numerose interviste, sono impazienti di partecipare all’Eurovision, evento che si terrà a Rotterdam a maggio, con lo scopo di rappresentare l’Italia e diffondere la loro musica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here