Sardegna: vince Solinas, MoVimento 5 Stelle in caduta libera

0
279

(di Lorenzo Caricato) – È Christian Solinas, candidato alla Presidenza della Regione Sardegna per la coalizione di centrodestra, ad esser stato eletto come governatore con il 47.81% delle preferenze. L’elezione è avvenuta lo scorso 24 febbraio.

Questo risultato va a discapito del candidato del centrosinistra, Massimo Zedda, attuale sindaco della città metropolitana di Cagliari che, con il 32.93% ha ottenuto quasi il triplo le preferenze raccolte da Francesco Desogus, candidato del MoVimento 5 Stelle (11,18%).

Non propriamente confermati i risultati dei sondaggi per quanto concerne le prime due coalizioni elette, così come sorprende la differenza di voti dei pentastellati rispetto alle ultime Politiche di un anno fa, quando i grillini raccolsero il 42% dei voti degli elettori sardi.

Nessun problema, invece, riguardo la sicurezza dei seggi. In quei giorni, infatti, l’intera comunità dei pastori era insorta contro i consorzi di lavorazione industriale, accusati di dare un valore esiguo al latte, la loro materia prima, che si aggira intorno ai 60 centesimi.

L’onda bianca”, così come è denominato il gruppo dei “rivoltosi”, ha iniziato la propria crociata il 6 febbraio, bloccando un tir di un’azienda casearia e obbligando l’autista a rovesciare i barili contenenti il latte. Da lì si è scatenata una reazione a catena che ha interessato attivamente e passivamente l’intera popolazione sarda e non; sono stati numerosi gli episodi simili, le manifestazioni e le prese di posizione a favore della protesta, attorno alla quale si è combattuta gran parte della campagna elettorale.

Era in programma anche un incontro col Governo per il 13 febbraio, ma non ha sortito nessun effetto, poiché i delegati a rappresentare la comunità dei pastori sardi non si sono presentati all’appuntamento romano.

Solinas, da neopresidente, ha dichiarato di appoggiare le posizioni della protesta nella sua totalità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here