Il Museo Faggiano di Lecce, un tesoro di inestimabile valore

0
325

LECCE (di Sofia Martella) – Nel meraviglioso centro storico di Lecce, in via Ascanio Grandi, sorge un edificio, nato originariamente come trattoria, che fino a poco tempo fa era da molti sconosciuto: il Museo Faggiano. Sito archeologico di rinomata importanza, il cui interesse è stato sottolineato da un giornalista inglese.

 

 

 

 

 

Durante i primi lavori di restaurazione sono state riscontrate scoperte straordinarie e inaspettate, tra cui un’antica tomba messapica, delle cisterne appartenenti all’epoca romana, le mura di un remoto convento di suore francescane, chiuso poi nell’600, resti di antiche società salentine e particolari incisioni che rimandano ai Cavalieri Templari. Inoltre vi è un pozzo, profondo più di 10 metri, dal quale si può intravedere l’Idume, il famoso fiume sotterraneo che attraversa la città barocca.

L’attenzione del pubblico si è dimostrata soprattutto quando un turista inglese, Jim Yardley, giornalista del New York Times, scrisse un articolo dopo aver visitato questo tesoro del Salento; in molti, incuriositi dal “nuovo”, vollero visitarlo.

Il proprietario del museo, il signor Luciano Faggiano, ha ricevuto tantissime chiamate, email, prenotazioni di appassionati di storia e di ciò che essa nasconde.

Lecce è sicuramente una città da scoprire, culla di storie nascoste in ogni via, ma soprattutto è una città da amare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here