Agli Uffizi una nuova sala dedicata a Michelangelo e Raffaello

0
313

LECCE (di Martina Marzo e Rachele Romano) – Il 4 giugno scorso è stata inaugurata nella Galleria degli Uffizi di Firenze una nuova sala che accoglie le opere di Michelangelo e Raffaello. Il nuovo allestimento è collocato nella sala 41 del Corridoio di Ponente, dove precedentemente erano esposti dipinti del Botticelli, e mette a confronto i capolavori dei due famosi artisti rinascimentali. Sono ospitate anche alcune delle opere pittoriche del frate domenicano fra’ Bartolomeo, i cui quadri sono ispirati all’arte degli stessi Raffaello e Michelangelo.

L’esposizione è stata ideata in modo da mettere in luce la mirabile arte di due dei principali esponenti del Rinascimento Italiano, ma anche la committenza che, in questo periodo storico, rivestì un ruolo fondamentale nello sviluppo delle arti figurative e nella valorizzazione del genio creativo italiano.

La nuova installazione – ha affermato Eike Schmidt, direttore della Galleria – sostituisce all’esibizione paratattica di capolavori isolati e feticizzati il principio del dialogo tra le opere, gli artisti e i loro committenti, e invita gli spettatori a scoprire e ripercorrere gli scambi artistici tra i grandi del passato”.

Al centro dell’installazione il celebre Tondo Doni (1503-1504) di Michelangelo Buonarroti, ai lati i ritratti di Guidobaldo da Montefeltro ed Elisabetta Gonzaga, la Madonna del Cardellino e i ritratti dei coniugi Doni di Raffaello Sanzio, infine il San Giovannino la cui attribuzione a quest’ultimo è incerta. Precedentemente, tali dipinti erano ospitati da Palazzo Pitti, ma sono stati trasferiti nella sala 41 degli Uffizi per poter essere ammirati al fianco del Tondo Doni commissionato da Alessandro Doni, illuminato mecenate anche del Sanzio, per il matrimonio con Maddalena Strozzi. Presenti anche il Tabernacolo del Pugliese, la Porzia e la Visione di San Bernardo di fra’ Bartolomeo, chiamato anche Baccio della Porta.

Il curatore del progetto, l’architetto Antonio Godoli, ha scelto un grigio tenue per le pareti al fine di mettere in risalto le vivide sfumature delle opere esposte e ha la Madonna del Cardellino e il Tondo Doni all’interno di teche di vetro aggettanti al cui interno è ricreata una condizione ideale per la conservazione delle preziose tavole. Inoltre gli espositori metallici rispondono a requisiti antisismici.

La realizzazione del nuovo allestimento è stata possibile anche grazie alla collaborazione delle associazioni Amici degli Uffizi e Friends of the Uffizi Galleries, che entrambe supportano iniziative della Galleria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here